Skip to content Skip to footer
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Marco Mattiuzzi: “Sguardi Perduti: Ritratti Dimenticati”

Dicembre 28, 2023 - Febbraio 3, 2024

Una Mostra che trasmette il Messaggio dell'Arte Neo-Sociale Interattiva

Sguardi Perduti: Ritratti Dimenticati

Nel cuore dell'esposizione "Sguardi Perduti: Ritratti Dimenticati", vi è un'intenzione profonda che trova le sue radici nel "Manifesto dell'Arte Neo-Sociale Interattiva", il mio personale credo artistico. Questo manifesto non è solo un testo, ma il battito cardiaco di ogni opera esposta, la linfa vitale che scorre nelle immagini digitali, evocando l'antica tecnica del collodio.

La serie di ritratti che compongono la mostra è il frutto di una riflessione profonda sul ruolo dell'artista nella società contemporanea, come delineato nel manifesto. Ogni immagine è una narrazione, un dialogo tra il passato e il presente, concepita non solo per deliziare esteticamente ma per stimolare una conversazione intima e sociale. Questi volti, emergenti da un tempo lontano, sono più di semplici ritratti; sono messaggeri di una storia più grande, quella della nostra umanità condivisa.

Il manifesto afferma che l'arte deve essere interattiva, un ponte tra l'artista e il pubblico, e questa mostra è un'esemplificazione di tale principio. Attraverso la tecnologia digitale, i ritratti acquistano una dimensione di interattività unica, invitando gli osservatori a immergersi nelle storie celate dietro ogni sguardo, a sentirsi parte di un dialogo più ampio, che va oltre la mera contemplazione.

Questa esposizione, quindi, non è solo un insieme di opere d'arte, ma un'esperienza immersiva che intreccia la bellezza visiva con una profonda riflessione sociale e personale. È un'espressione della mia visione artistica, dove l'arte diventa un mezzo per esplorare, interrogare e influenzare, per scuotere pensieri e risvegliare emozioni, seguendo il percorso tracciato dal manifesto.

In "Sguardi Perduti: Ritratti Dimenticati", ogni immagine è una finestra sul mondo interiore e sociale, un invito a riflettere su ciò che significa essere umani in un'epoca di cambiamenti tumultuosi. Queste opere sono il mio contributo al dialogo globale, una manifestazione della mia convinzione che l'arte possa e debba essere un catalizzatore di cambiamento, un ponte verso una comprensione più profonda di noi stessi e del mondo che ci circonda.

Attraverso questa mostra, spero di offrire non solo un'esperienza estetica, ma anche un momento di riflessione e di connessione, un invito a guardare oltre l'immagine, a scoprire le storie, le emozioni e le sfide celate in ogni sguardo, e a sentirsi, in qualche modo, parte di un dialogo artistico più ampio che abbraccia l'intera umanità.

Ma non solo: "Sguardi Perduti: Ritratti Dimenticati", si cela un segreto artistico, un alchimia moderna che dà vita a questi volti del passato. Ogni ritratto è il risultato di un processo creativo innovativo e unico, che inizia nel mondo virtuale della modellazione 3D. Nessuno dei soggetti ritratti è reale nel senso tradizionale; sono piuttosto frutto di una creazione artistica che parte da zero, una sintesi di tecnologia e fantasia.

Il processo inizia con la creazione di modelli 3D, formati da reticoli che vengono pazientemente modellati, quasi come se fossero scolpiti nel digitale. Questa fase iniziale si svolge in un universo parallelo, dove il virtuale si presta a essere plasmato come argilla nelle mani dell'artista. Una volta che la forma desiderata è stata raggiunta, questi modelli vengono vestiti con texture, dettagli che donano loro una qualità quasi tangibile, un ponte tra il digitale e il reale.

Infine, l'opera passa attraverso il filtro magico di Photoshop, dove ogni ritratto viene ulteriormente elaborato, raffinato, e trasformato. È in questa fase che l'immagine acquisisce quel suo carattere antico, quel sapore di collodio che la rende un ponte tra il passato e il presente. Questo processo di elaborazione è dove l'arte incontra la scienza, dove la tecnologia si fonde con la tradizione, creando qualcosa di completamente nuovo, ma che risuona con le note di un tempo lontano.

Questi ritratti, quindi, non sono semplici immagini digitali; sono espressioni di un processo artistico profondamente immersivo e riflessivo. Sono la manifestazione di un dialogo tra l'artista e il suo medium, una danza tra il nuovo e l'antico, il reale e l'immaginario. In "Sguardi Perduti: Ritratti Dimenticati", ogni immagine è una celebrazione di questa sinergia, un invito a esplorare non solo l'aspetto visivo dell'arte, ma anche il suo processo creativo, il viaggio dall'idea all'espressione, dal nulla all'opera finita.

Così, mentre camminate tra questi ritratti, siete invitati a riflettere non solo sui volti che vedete, ma anche sul percorso unico che ha portato alla loro creazione. Ogni immagine è una storia di innovazione e creatività, un esempio di come l'arte possa evolversi e adattarsi, rimanendo fedele alla sua essenza di espressione umana e di specchio del tempo.

Istruzioni su come navigare all’interno della Galleria Virtuale 3D

Dettagli

Inizio:
Dicembre 28, 2023
Fine:
Febbraio 3
Categorie Evento:
,

Organizzatore

INVY ART GALLERY
Phone
+39.3661289459
Email
info@invyartgallery.it
Visualizza il sito dell'Organizzatore

INVY ART GALLERY è un progetto CYBERSPAZIO WEB HOSTING
Partita I.V.A. 02131900025 | C.F. MTTMRC55M30L750R | REA VC-181376 | PEC cyberspazio@pec-email.it
© 2024 – ALL RIGHTS RESERVED

error: Content is protected !!