Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
La Trascendenza di Fede e Intelletto nella Pittura Barocca

L'opera "Apoteosi di san Tommaso d'Aquino", realizzata dal maestro barocco spagnolo Francisco de Zurbarán nel 1631 e conservata nel Museo de Bellas Artes a Siviglia, è un'affascinante celebrazione visiva della vita e dell'eredità intellettuale di San Tommaso d'Aquino.

Nel dipinto, Zurbarán colloca San Tommaso al centro della composizione, come asse portante tra il cielo e la terra, tra il divino e l'umano. Il santo è rappresentato con una gestualità eloquente, in piedi e con un braccio teso verso il cielo, quasi a indicare la fonte della sua sapienza. Il suo sguardo è rivolto in alto, verso una congregazione di figure celestiali che sembrano accoglierlo e approvare il suo insegnamento. La posizione centrale di San Tommaso in questa apoteosi simboleggia la sua importanza come mediatore tra la conoscenza terrena e quella celeste.

Intorno a lui, un coro di personaggi sacri e filosofi ascolta e interagisce con il santo. Alcuni sembrano in contemplazione, altri in dialogo attivo, sottolineando l'influenza che Tommaso ha esercitato non solo nella teologia ma anche nel pensiero filosofico. Le figure sono vestite con ricchezza e dettaglio, dai vescovi ai dottori della Chiesa, dai filosofi antichi ai contemporanei di Zurbarán, tutti dipinti con abiti che riflettono il loro status e il loro tempo, creando un ponte tra diverse epoche e culture.

La luce, elemento chiave di questo dipinto, illumina il volto e le mani di San Tommaso, simboleggiando la chiarezza e la purezza del suo insegnamento. La luce divina che scende dalle figure celesti mette in risalto l'importanza del santo come fonte di conoscenza teologica. L'uso sapiente del chiaroscuro da parte di Zurbarán non solo drammatizza la scena, ma contribuisce anche a creare un senso di volume e profondità nello spazio.

In basso, l'architettura terrena rappresenta il collegamento di San Tommaso con il mondo materiale. La presenza dell'edificio, che si intravede attraverso una sorta di apertura o finestra sul piano terreno, potrebbe simboleggiare le istituzioni accademiche e religiose che hanno accolto e diffuso il pensiero del Santo, come le università e le chiese dell'ordine domenicano.

I fedeli e gli studiosi che si raccolgono ai piedi di San Tommaso guardano verso l'alto con espressioni di devozione e ammirazione, suggerendo la venerazione e il rispetto che la figura di Tommaso ispira. I loro volti riflettono un'ampia gamma di reazioni emotive: dal fervore alla riflessione, dall'aspirazione alla rivelazione, mostrando come l'eredità di San Tommaso abbia toccato profondamente sia il cuore che la mente.

Zurbarán, con la sua tecnica meticolosa e il suo occhio per la composizione, ha creato un'opera che non è solo un omaggio alla santità e alla saggezza di San Tommaso d'Aquino, ma anche un'affermazione dell'arte come veicolo di espressione spirituale e intellettuale. L'artista riesce a trasformare il dipinto in un teatro sacro, dove ogni figura e ogni dettaglio contribuiscono alla narrazione di un momento trascendente, arricchendo così la tradizione iconografica dedicata a uno dei più grandi menti della cristianità.

Leave a comment

INVY ART GALLERY è un progetto CYBERSPAZIO WEB HOSTING
Partita I.V.A. 02131900025 | C.F. MTTMRC55M30L750R | REA VC-181376 | PEC cyberspazio@pec-email.it
© 2024 – ALL RIGHTS RESERVED

error: Content is protected !!